Amico del Consumatore
Sito Ideale

Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 28/11/2019

Parliamo di CARVERTISING ovvero ACQUISTO DI AUTO A COSTO ZERO






ARRIVANO MULTE DA 1,6 MILIONI DI EURO PER PRATICA COMMERCIALE SCORRETTA

Il termine carvertising nasce dall'unione delle parole car e advertising e consiste nel coprire il costo dell'auto acquistata consentendo l'affissione di messaggi pubblicitari sul veicolo, slogan pubblicitari o marchi in cambio del pagamento delle rate mensili del finanziamento legato all'acquisto dell'auto.

Le società multate dal Garante per “pratica commerciale scorretta” sono:
• Vantage Group per la camapagna denominata “My car no cost”
• Pubblicamente Srl per la campagna denominata “Spot & Go”
• Golden Car Srl per la campagna “Golden Car”
• Entity Holding Italia Srls per la campagna “AutoNuova Gratis”

Entriamo nel dettaglio del carvertising e spieghiamo che cos'è, come funziona e dov'è l'-inghippo- che ha fatto scaturire la pratica commerciale sleale secondo il Garante (art. 20, 21 e 22 Codice del Consumo).

Il carvertising è pubblicizzata come tecnica di vendita che consentirebbe di acquistare automobili “a costo zero” (o fortemente ridotto) in quanto le rate del finanziamento, che si deve accendere con l'acquisto dell'autovettura, verrebbero coperte totalmente o quasi tramite la corresponsione di un rimborso mensile – a titolo di remunerazione per l'attività pubblicitaria svolta tramite l'applicazione di pellicole sul veicolo acquistato.
MA LA REALTA' ERA BEN DIVERSA, tant'è che l’Antitrust ha accertato che le offerte commerciali “risultavano non veritiere” e “celavano ai consumatori che il sistema si basava sulla disponibilità delle fee d’ingresso corrisposte dagli aderenti” e, quindi, i rimborsi mensili promessi sarebbero stati onorati SOLO per un limitato lasso di tempo e non per tutta la durata dello svolgimento della durata dell'attività di pubblicità.
In conclusione l’Autorità Garante ha multato per 1.200.000 euro la società Vantage Group s.r.l. (My car no cost), per 200.000 euro Pubblicamente s.r.l. (Spot & Go), per 100.000 euro Golden Car s.r.l.s. (Golden Car) e per 100.000 euro Entity Holding Italia s.r.l.s. (AutoNuova Gratis).

Questo il link al comunicato del Garante: https://www.agcm.it/media/dettaglio?id=32377160-5c34-4e30-8720-fafb5dcaebc9

Siamo sempre al servizio del cittadino, l'Amico del Consumatore vi aspetta.

Se sei vittima di tali pratiche commerciali puoi chiedere il risarcimento danni.


Scrivici info@amicoldeconsumatore.it

Chiamaci 331 94 60 534

👉 Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore






Notizia 27/11/2019

VENDITE PROMOZIONALI......OCCHIO !!!!








MATERASSI MARION: le Società Emmeci Srl ed Evo Sas multate per complessivi € 105mila

L'Autorità Garante ha multato la società Emmeci Srl per € 65 mila e la società Evo Srl del gruppo Dierre Group Srl & C per € 40mila per le pratiche commerciali scorrette attuate nella vendita promozionale dei materassi Marion modello Evolatex.


I messaggi sanzionati riguardano:
- le caratteristiche del materasso pubblicizzato come “il più alto che mai” del catalogo Marion
- la lunga attesa (anche di mesi) per la consegna del prodotto in offerta rispetto a quelli non in promozione.

In pratica, dagli accertamenti effettuati il materasso Evolatex è risultato avere uno spessore inferiore rispetto ad altri modelli sempre prodotti dalla Marion.

Come già detto i tempi di consegna, SOLO per questa linea in promozione, sono lunghissimi. Inoltre, il numero che forniscono nella televendita, serve per fissare un appuntamento con l'incaricato il cui scopo primario, sempre da quanto accertato con le testimonianze raccolte, è quello di indirizzare il cliente all'acquisto di un materasso NON IN PROMOZIONE e, quindi, con un esborso economico ben più alto di quello proposto nella televendita stessa.

L'Amico del Consumatore nasce per tutelare i consumatori, se sei acquirente di questa vendita promozionale o di altre e hai riscontrato “scorrettezze commerciali o pubblicità ingannevole” vieni a trovarci, insieme valuteremo la situazione e l'intervento necessario nel tuo caso e, per la collettività, invieremo le segnalazioni al Garante.

Consumatori siamo qui per Voi.

Qui il comunicato stampa del Garante: https://www.agcm.it/media/comunicati-stampa/2019/11/Antitrust-sanzioni-di-oltre-100mila-euro-per-pratiche-commerciali-scorrette-nella-promozione-e-vendita-dei-materassi-Marion



Scrivici info@amicoldeconsumatore.it

Chiamaci 331 94 60 534

👉 Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore









Notizia 11/11/2019

📣 NUOVI ORARI DI APERTURA DELLO SPORTELLO







Nuovi orari apertura SPORTELLO "AMICO DEL CONSUMATORE"

➡️dal MARTEDI' al VENERDI'

➡️dalle 9.30 alle 13.00

Sempre vicini ai consumatori!



AIUTACI AD AIUTARTI! segnalaci il disservizio subito o che vuoi comunque evidenziare a ➡️segnalazioni@amicodelconsumatore.it



Scrivici info@amicoldeconsumatore.it

Chiamaci 331 94 60 534

👉 Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore







Notizia 05/11/2019

SOCIETA' DI RECUPERO CREDITI: DIGNITA' E PRIVACY NON SI TOCCANO! IL DEBITORE PUO' CHIEDERE IL RISARCIMENTO DANNI






La nostra associazione quotidianamente assiste i “tartassati” da contatti telefonici degli operatori delle società di recupero crediti che spesso sono assillanti e talvolta “aggressivi”.

Viste le dilaganti segnalazioni rivolte al Garante per la Privacy dai debitori vessati, l'Uni e Unirec hanno stilato e pubblicato (anche in virtù dell'art. 27 bis del Codice del Consumo) una guida contenente principi e diritti ai quali chi svolge il recupero crediti deve attenersi.

Sono “prassi illecite” nei confronti del debitore:
• solleciti telefonici ripetuti nell’arco della stessa giornata o comunque in modo assillante al debitore;
• telefonate pre-registrate (senza la presenza di un operatore che possa accertarsi di parlare con il diretto interessato);
• l'operatore telefonico non può presentarsi con qualifiche che non ha (es: avvocato);
• non devono essere fatte minacce, tra l'altro infondate, di provvedimenti esecutivi immediati (ad es.: il pignoramento, per essere efficace deve seguire un iter burocratico e quindi serve del tempo al creditore per agire). RICORDA! La società di recupero crediti, a meno che non abbia acquistato il credito, svolge il ruolo di “intermediario” tra creditore e debitore;
• le comunicazioni digitali (e-mail, sms, messaggi in segreteria telefonica) non dovranno contenere toni aggressivi;
• la posta inviata non dovrà avere all’esterno la scritta “recupero crediti” o “preavviso esecuzione notifica”;
• le comunicazioni scritte e/o verbali devono SEMPRE contenere tutti i dati identificativi del debito (chi è il creditore e la natura del credito vantato) esempio: ricevere una comunicazione contenente solo “Ci contatti urgentemente abbiamo comunicazioni per Lei” o similari è una prassi non consentita;
• vietata l'affissione di avvisi di mora sulla porta di casa.

L'attività delle società di recupero crediti è legittima, ma deve rispettare la dignità personale.

Nel caso in cui si sia in possesso dell'attestazione del pagamento, il debito diventa insussistente, quindi l'azione della società di recupero crediti deve INTERROMPERSI IMMEDIATAMENTE senza NULLA A PRETENDERE.

Nel caso in cui ritieni che sia stata violata la tua privacy è tuo diritto chiedere il risarcimento del danno (Cass. sent. n. 26776/2016). Vieni a trovarci o contattaci.

L'Amico del Consumatore è a disposizione degli associati per valutare gratuitamente il tuo caso, consigliarti sull'operato ed assisterti fino alla conclusione della vicenda.


Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.








< 1>

Torna SU