Amico del Consumatore
Sito Ideale

Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 10/10/2019

ATTENZIONE! PROSSIMA SCADENZA PER I TITOLARI DI REDDITO O PENSIONE DI CITTADINANZA: IL 20 OTTOBRE 2019 SARA' IL TERMINE ULTIMO PER LA CONFERMA DEI REQUISITI


Sei titolare, oppure hai presentato domanda, di REDDITO o PENSIONE di CITTADINANZA ?

OCCORRE CONFERMARE I REQUISITI ENTRO IL TERMINE ULTIMO DEL 20 OTTOBRE 2019, PENA LA SOSPENSIONE DELLA PRESTAZIONE





Se percepisci o hai fatto domanda per il Reddito di Cittadinanza o per la Pensione di Cittadinanza in questi giorni starai ricevendo, tramite sms o via mail, una richiesta da parte dell'Inps di confermare le tue dichiarazioni.

Tale conferma è INDISPENSABILE al fine di continuare a fuirere delle prestazioni e deve essere fatta ENTRO IL 20 OTTOBRE 2019.

Chi non effettuerà tale aggiornamento entro il termine del 20 ottobre 2019, incorrerà nella sospensione della prestazione fino al ricevimento dell'aggiornamento richiesto.

Per la riattivazione bisognerà attendere l'elaborazione dell'aggiornamento.

Tale integrazione consiste nella conferma, da parte del richiedente, del permanere dei requisiti già dichiarati nella domanda originaria (ovvero al momento della sottoscrizione della richiesta del RdC o della PdC).

L'integrazione può essere effettuata direttamente, accedendo al sito INPS con il Vs. pin dispostivio, oppure rivolgendovi ad un Caf, come quello con noi convenzionato.

L'Amico del Consumatore resta a vostra disposizione per ogni necessità.


Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.








Notizia 10/10/2019

NON RIESCI PIU' AD ONORARE I DEBITI? C'E' UNA VIA D'USCITA: IL PIANO DEL CONSUMATORE!






Se, per gravi motivi, la tua situazione economica è cambiata e ti ritrovi sovraindebitato, sei tutelato dalla legge 3/2012.

Potresti anche ottenere un parziale abbattimento della tua situazione debitoria, ed usufruire di una rateizzazione della stessa.

Vieni a trovarci. Insieme valuteremo se ci sono i presupposti per accedere a tale procedura, chiamata “piano del consumatore”.

A tal proposito gli ultimi orientamenti del Tribunale di Roma hanno chiarito che:

– Decreto n. 2143/2019: può usufruire della legge sul sovraindebitamento anche chi ha cessato la propria attività imprenditoriale da più di un anno o la sua situazione complessiva debitoria non superi l'importo complessivo di € 30.000,00.

– Decreto n. 15570/2018: in caso di presenza di debiti privilegiati (esempio i debiti ipotecari) è possibile ottenere l'abbattimento parziale del debito originario solo nel caso in cui ci sia l'accettazione scritta da parte del creditore allegata al “piano del consumatore”.

Come avrai letto, quindi, anche i debiti potrebbero essere meno “pesanti” di quello che pensavi.

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.




Notizia 07/08/2019

TIM VODAFONE WIND FASTWEB TRE: E' TEMPO DI RIMBORSI PER LA ILLEGITTIMA FATTURAZIONE A 28 GIORNI!


TIM VODAFONE WIND FASTWEB TRE
E' TEMPO DI RIMBORSI PER LA IILLEGITTIMA FATTURAZIONE A 28 GIORNI

Arrivata la parola fine per la fatturazione a 28 giorni applicata dalle compagnie telefoniche sulla telefonia fissa o fissa/mobile, ma le compagnie telefoniche “latitano”

Il Consiglio di Stato, pochi giorni fa, alla metà di luglio, ha sancito il diritto al rimborso dei consumatori per l'indebito passaggio della fatturazione da 30 a 28 giorni.
Il periodo rimborsabile va dal 23/6/2017 al 5/04/2018.
Il rimborso prevede un indennizzo economico oppure la fruizione di un servizio gratuito per un lasso di tempo (generalmente 6 mesi), ovviamente la scelta dell'uno fa decadere l'altro.

Se si è ancora clienti della compagnia telefonica il rimborso dovrebbe avvenire automaticamente.
In caso non lo foste più è necessario presentare reclamo scritto tramite raccomandata AR, oppure PEC al gestore telefonico. Quest'ultimo ha 45 giorni di tempo per riscontrare la vostra richiesta.

Ma i rimborsi arrivano a stento ...
RIVOLGITI ALLORA ALL'AMICO DEL CONSUMATORE

Di fronte ad una mancata risposta o risposta insoddisfacente la nostra associazione resta a vostra disposizione per eventuali chiarimenti e/o necessità.
Valuteremo l'avvio della pratica di conciliazione e vi assisteremo per ottenere quanto previsto dalla recente sentenza del Consiglio di Stato.

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.





Notizia 11/06/2019

TEMPO DI VACANZA.......ROVINATA. NON FARTI TROVARE IMPREPARATO


TEMPO DI VACANZA.......ROVINATA
FATTI TROVARE PREPARATO …. PER FAR VALERE I TUOI DIRITTI






Un altro anno è finito e finalmente arrivano le meritate vacanze.

Importante sapere che di fronte ad un eventuale danno da “vacanza rovinata” la soluzione e noi siamo qui.

Non alterarti....agiamo insieme!

Abbiamo riassunto una breve casistica con le situazioni più frequente:

Soggiorno in struttura diversa da quella prescelta
(Giudice di pace Milano, 19/04/2016).
False aspettative generate dai depliant pubblicitari
(Trib. Potenza, 26/04/2012).
Mancato rispetto del pacchetto “all inclusive” o viaggio “tutto compreso”
(Trib. Monza Sez. I, 11/01/2012)
Disturbo della quiete per attività rumorosa vicino al resort
(Trib. Arezzo, 20/03/2012).
Cancellazione del volo di rientro e ritardo sull’orario di arrivo
(Trib. Roma Sez. IX, 23/05/2011).
Bagaglio smarrito e ritardo consegna o perdita del bagaglio (e viaggio di nozze)
(Tribunale Reggio Emilia, 23/02/2013, n. 279 e Trib. Torre Annunziata, Sent., 14/04/2014).
Rapina e aggressione subita nel villaggio turistico
(Cass. 6830 del 16/03/2017).

E LO SAI CHE :

Vacanza rovinata in seguito a sinistro stradale
Il danno da vacanza rovinata, in conseguenza di un incidente stradale occorso alla vigilia della partenza, che impedisce alla vittima sia di partire, sia di modificare o annullare il viaggio programmato, dovrà essere risarcito dalla compagnia assicuratrice (comprese le eventuali penali previste per la disdetta del viaggio).
Tale tutela si estende anche al familiare non direttamente coinvolto nel sinistro, che, a sua volta, ha dovuto rinunciare alle vacanze (Trib. Reggio Emilia n. 436, Sez. I, 30/03/2016).

Buone vacanze a tutti!

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.









Notizia 10/06/2019

PIOVONO MULTE SULLE COMPAGNIE AEREE PER APPLICAZIONE DI PENALI ILLEGITTIME ...ARRIVANO I RIMBORSI PER I CONSUMATORI!






PIOVONO MULTE SULLE COMPAGNIE AEREE PER APPLICAZIONE DI PENALI ILLEGITTIME
...ARRIVANO I RIMBORSI PER I CONSUMATORI

SEI VITTIMA DI PENALE? CONTATTACI PER ESSERE RIMBORSATO

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato la compagnia aerea Blue Panorama Airlines S.p.A. per un milione di Euro accertando una pratica commerciale scorretta in violazione degli articoli 24 e 25 del D.Lgs. n. 206/2005 (Codice del Consumo).

https://www.agcm.it/dotcmsdoc/allegati-news/PS11076_scorr%20-%20sanz_omi.pdf

In particolare, la condotta accertata ha riguardato l’applicazione ai consumatori di una penale (inizialmente con il pagamento di un nuovo biglietto aereo, sostituita poi con il pagamento di € 50 euro per tratta) per registrazione/prenotazione on line “non corretta” del nominativo. L'omissione di lettere o del secondo/terzo nome o cognome, spesso erano dovute al sistema vista la limitata dimensione del campo dedicato.

Il passeggero veniva a conoscenza di questa penale solo in aereoporto al momento del ceck in per l'imbarco, infatti ne' nel sito ne' nell'informativa della prenotazione on line veniva fatta menzione di tutto cio', pena il divieto d'imbarco per il passeggero di fronte al rifiuto del pagamento seduta stante.

In seguito alle numerose segnalazioni l'AGCOM ha elevato la multa alla Blue Panorama Airlines:

• La compagnia non aveva diritto ad applicare la penale in quanto tali omissioni non compromettevano la sicurezza della circolazione aerea.
• L'applicazione della suddetta penale, avveniva direttamente in aeroporto, nell’imminenza del volo e a pena di divieto d’imbarco.
• La compagnia non forniva alcuna informazione preventiva circa le conseguenze dell’incompleta annotazione del nominativo in sede di prenotazione.

Se rientri tra questi consumatori vieni a trovarci chiederemo insieme il giusto rimborso a te spettante.

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.









<< < 1 23 4 5 6 7 8 9 10 > >>

Torna SU