Amico del Consumatore
Sito Ideale

Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 20/02/2019

VACANZA “PACCHETTO TUTTO COMPRESO” INDIGESTA? IL TOUR OPERATOR RISARCISCE!


VACANZA “PACCHETTO TUTTO COMPRESO” INDIGESTA?
IL TOUR OPERATOR RISARCISCE!





Finalmente si parte. Vacanza prenotata con pacchetto “All inclusive”, zero pensieri.

E SE A SPEGNERE IL NOSTRO ENTUSIASMO ARRIVANO I DISSERVIZI?
E SE TUTTI I CONFORT PUBBLICIZZATI NON SONO PROPRIO “TUTTI REALI”?
CALMA! SARAI RIMBORSATO

Il tour operator DEVE risarcirti tutti i danni dovuti dalla mancanza dei servizi (compresi nel pacchetto) anche se la responsabilità è della struttura dove si è soggiornato o del vettore.
Lo ha stabilito la Cassazione (sez, Terza Civile, sent. nr. 17724 del 6 luglio 2018).

RICORDA: che sia mare o montagna, estate o inverno, se non hai avuto quanto previsto dal pacchetto turistico “all inclusive” hai il diritto al risarcimento di tutti i danni direttamente dal tour operator che ti ha venduto il pacchetto.
Vieni a trovarci e la vacanza è riparata ...

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.






Notizia 20/02/2019

MUTUO - INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC)


MUTUO - INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC)
NON PRENDERE ISC PER FIASCHI ...





L'Indicatore Sintetico di Costo (ISC) è uno strumento informativo, voluto dalla Banca d'Italia (art. 117 TUB) nel contratto per garantire ai consumatori la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari al fine di poter scegliere il miglior prodotto per loro.

Quando richiediamo, presso una banca o una finanziaria:
- un mutuo,
- un prestito,
la scelta deriva sempre dal confronto delle offerte che ci vengono proposte.

ECCO l'importanza dell'ISC : svela in modo chiaro ed effettivo il costo complessivo dell'operazione.
RICORDA: DEVI SAPERE COSA STAI FIRMANDO, DEVI AVERE IL TEMPO DI CAPIRE E CONFRONTARE LE VARIE OFFERTE.

Portaci il tuo contratto, insieme lo visioneremo.

La mancanza dell'ISC o l'errata indicazione dell'ISC/TAEG ti danno diritto a richiedere un rimborso totale o parziale degli interessi finora pagati (Trib. Roma sentenza nr. 18185 del 26/09/2018).

Non esitare, prendi il contratto, ti aspettiamo.
La “magagna” è subdola ED I TUOI SOLDI PREZIOSI.


Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.





Notizia 13/02/2019

MAXI CONGUAGLIO IN BOLLETTA? ....SE SUPERA I 2 ANNI NULLA E' DOVUTO!


MAXI CONGUAGLIO BOLLETTE ... RIDOTTA A 2 ANNI LA PRESCRIZIONE





Ecco la bolletta “pesantissima”, quella che ti toglie il respiro, quella con il calcolo del CONGUAGLIO.
L'Arera, con delibera del 97/2018/R/com ha ridotto la prescrizione da 5 a 2 anni (come previsto dalla legge nr. 205/17 approvata nella legge di Bilancio 2018) per i consumi di elettricità, gas ed acqua rilevati a conguaglio con ritardo del fornitore.

ATTENZIONE rientreranno nella normativa le bollette con scadenza:
- settore elettrico successiva al 1 marzo 2018,
- settore gas successiva al 1 gennaio 2019,
- settore idrico successiva al 1 gennaio 2020.

FACCIAMO UN ESEMPIO: Oggi la Sig.ra Marzia riceve una bolletta di fornitura elettricità relativa ad un conguaglio del 2016, NULLA DEVE. La bolletta è prescritta.
Anche se il fornitore non ti avvisa sappi che LA PRESCRIZIONE VA CONTESTATA DAL CLIENTE, non è automatica.
Durante il procedimento il cliente ha diritto:
- alla sospensione dei pagamenti,
- al rimborso degli importi pagati in eccesso (che avverrà entro 3 mesi dalla sentenza).

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.





Notizia 07/02/2019

CONTRATTO: INFORMATIVA POCO CHIARA …PUZZA DI BRUCIATO


CONTRATTO: INFORMATIVA POCO CHIARA …PUZZA DI BRUCIATO





Oggi la maggior parte delle nostre azioni è regolata da un contratto dove si prende un impegno che modificherà la nostra vita futura.
I contratti solitamente sono difficili da leggere e capire per la complessità del linguaggio, per la poca conoscenza della materia, per l'enorme quantità di informazioni che contiene, MA per l'incalzante e velata pressione che ci viene fatta a firmare, spesso firmiamo senza avvalerci, inconsapevolmente, di un nostro diritto fondamentale.

ALT! NON C'E' FRETTA DI FIRMARE! RICHIEDI L'INFORMATIVA CONTRATTUALE E' UN TUO DIRITTO
(Decreto legge n. 21 del 21 febbraio 2014 del Diritto dei consumatori “Informativa precontrattuale”).

Prendiamo in esame i contratti bancari: la Banca d'Italia ha introdotto nel Testo Unico Bancario (TUB) la normativa sulla “Trasparenza delle operazioni de servizi finanziari”.
Quando accendiamo o richiediamo:
- mutui,
- depositi,
- finanziamenti,
- leasing,
- bancomat,
- carte di credito.....
ci troviamo di fronte a operazioni soggette alla sottoscrizione di un contratto che prevede l'informativa pre-contrattuale ossia il cliente ha il diritto di richiedere all'istituto e poter visionare e leggere con tutta calma a casa o con l'aiuto di un consulente competente la documentazione inerente l'operazione che sta per sottoscrivere dove troverà: copia del contratto, foglio informativo con vantaggi e rischi dell'operazione, diritti e doveri del cliente, documento di sintesi, guida pratica. La documentazione varia a seconda del tipo di contratto, ma la copia dello stesso in visione resta per tutti i tipi di operazione.
CAPIRE E SAPERE COSA SI STA FIRMANDO E' UN DIRITTO SACROSANTO.

Non hai ricevuto l'informativa pre-contrattuale?
Hai diritto al recesso: lesione dei diritti altrui (Codice Civile art. 1175), mancato rispetto della “Buona fede contrattuale e abuso del diritto (art. 1337, art. 1366, art. 1375, art. 1358, art. 1460 comma 2°).

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.




Notizia 07/02/2019

TELEFONIA MOBILE E FISSA - ATTIVAZIONE SERVIZI NON RICHIESTI? RIPRENDITI I TUOI SOLDI!


TELEFONIA MOBILE E FISSA
ATTIVAZIONE SERVIZI NON RICHIESTI? RIPRENDITI I TUOI SOLDI!






Ho un abbonamento a tariffa fissa sul cellulare ma il credito scende! PERCHE'?
Nonostante le compagnie telefoniche siano state sanzionate già nel 2015 dall'Antitrust, sempre più spesso si scopre l'attivazione di servizi a pagamento non richiesti o attivati semplicemente rispondendo ad un messaggio pubblicitario, apparentemente “innocente”, che omette informazioni rilevanti e che determinano l'attivazione di servizi e costi non voluti.

ATTENZIONE ! Puoi difenderti dal “click o dal consenso telefonico ESCA”
Infatti l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di multare TIM, H3G, WIND e VODAFONE per alcune pratiche scorrette.

VEDIAMO I CASI PIU' FREQUENTI:
TELEFONIA MOBILE:
1. Alla firma del contratto quasi mai ti dicono che in automatico si attivano alcuni servizi “accessori” : segreteria telefonica, avviso ricevimento chiamata persa “in chiaro”, Top 400, Top Unlimited, ...” . Il credito è sceso? Chiamo il gestore e SORPRESA! ecco i servizi a pagamento “fantasma” (vedi Cassazione - controversia Giordano/Wind Tre Spa (legge n. 481 del 14/11/1995, legge n. 249 del 31/7/1997 e successive delibere – ha riconosciuto il diritto indicato al rimborso).
2. Un messaggio annuncia che siete abbonati ad un servizio a pagamento di oroscopo, musica, notizie, addirittura contenuti erotici. ECCO LA TRAPPOLA. Sei stato deviato, a tua insaputa, verso servizi a pagamento stimolando la tua curiosità con una pagina iniziale invitante (prodotti note marche molto convenienti, invito a giochi).

MA COME HO ATTIVATO L'ABBONAMENTO?
Semplicemente cliccando su una voce apparentemente innocente tipo “clicca qui per continuare”. IL GIOCO E' FATTO! TU NON LO SAI MA HAI ATTIVATO UN ABBONAMENTO. A volte l'addebito è di pochi centesimi a pagina, altre in un'unica somma settimanale (2, 5 o 20 €). Spesso non vengono richieste né conferme né numero di carta di credito perchè l'addebito avviene automaticamente sul conto telefonico.

TELEFONIA FISSA:
Squilla il telefono a casa: “Pronto” , “Buongiorno la chiamo dalla (...nota compagnia telefonica) al termine della telefonata sempre a nostra insaputa abbiamo acconsentito a cambiare gestore perchè convinti, con l'inganno, di poter usufruire di un servizio economicamente più conveniente. (per esempio, controversia GU14-177/2017 Dalle Nogare/Ultracall inc. dove l'operatrice telefonica della Ultracall si è spacciata per operatrice Telecom).

Per l'Antitrust si tratta di pratiche commerciali scorrette !

HAI DIRITTO AL RIMBORSO !

COME POSSIAMO AIUTARTI
L'associazione Amico del Consumatore può assistere aspetta per:
- richiedere la disattivazione del servizio (se ancora attivo),
- avviare procedura di risarcimento relativo al sovrapprezzo e relativi interessi legali a partire dalla data di presentazione (dopo verifica della pratica),
- assisterti fino alla conclusione del procedimento.

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.





<< < 1 2 3 4 5 6 7 89 10 > >>

Torna SU