Amico del Consumatore
Sito Ideale

Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 04/02/2019

RECUPERA GLI INTERESSI DEL FINANZIAMENTO AUTO. OGGI LO PUOI FARE! LO DICE LA CASSAZIONE. VEDIAMO COME






RECUPERA GLI INTERESSI DEL FINANZIAMENTO AUTO.
OGGI LO PUOI FARE! LO DICE LA CASSAZIONE

VEDIAMO COME

Se hai acquistato l'auto stipulando un contratto di finanziamento è opportuno sapere che l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato il 20 dicembre 2018 HA SANZIONATO i costruttori di auto e le banche per aver “fatto cartello” A DANNO DEGLI UTENTI.
I soggetti sanzionati sono:
Banca PSA Italia Spa, Banque PSA Finance S.A., Santander Consumer Bank Spa, BMW Bank GmbH, BMW AG, Daimler AG, Mercedes Benz Financial Services Italia Spa, FCA Bank Spa, FCA Italy Spa, CA Consumer Finance S.A., FCE Bank Plc., Ford Motor Company, General Motor Financial Italia Spa, General Motors Company, RCI Banque S.A., Renault S.A. Toyota Financial Services Plc., Toyota Motor Corporation, Volkswagen Bank GmbH, Volkswagen AG.

In questi casi la Cassazione ha chiarito con sentenza n. 29810 del 12 dicembre 2017, in virtù dell'articolo 2 della Legge n. 287 del 1990 (intese anticoncorrenziali ) che TALI CONTRATTI SONO NULLI.

Se hai rapporti con le società sopracitate contattaci per verificare l'esistenza dei requisiti per la restituzione degli interessi pagati, sia che il finanziamento sia in essere o già estinto.


Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.






Notizia 01/02/2019

ROTTAMAZIONE CARTELLE ESATTORIALI: TERMINE ULTIMO 30/04/2019 ...NON ARRIVARE IMPREPARATO!


ROTTAMAZIONE CARTELLE TERMINE ULTIMO 30 APRILE 2019






E' stato prorogato il termine per lo stralcio delle cartelle esattoriali (emesse dal 2010 al 2017 Legge n. 172/2017) al 30 Aprile 2019.

Si potrà saldare:

- in un'unica soluzione entro il 31 Luglio 2019
- oppure in 10 rate spalmate in 10 anni con prima rata al 31 Luglio 2019.

Anche il mancato pagamento del bollo rientra nella Rottamazione Ter ad eccezione delle cartelle inferiori a € 1.000 notificate tra il 2000 ed il 2010, in quanto la legge ne prevede la cancellazione automatica entro il 30 dicembre 2018.

LEGGI SEMPRE ATTENTAMENTE LA CARTELLA, o l'avviso di ruolo, potrebbe indirizzarti al pagamento di debiti prescritti o comunque non dovuti.

ROTTAMAZIONE O PRESCRIZIONE? FAI LA SCELTA PIU' CONVENIENTE PER TE!
Ricorda che la rottamazione coinvolge tutti i debiti con il Fisco senza alcuna distinzione tra quelli esigibili e quelli prescritti.
E' quindi meglio verificare la reale sussistenza debitoria e scegliere la soluzione meno onerosa per te. A causa degli invii massivi delle cartelle esattoriali degli anni precedenti, il tuo debito potrebbe essere prescritto. VERIFICHIAMOLO INSIEME!

HAI ROTTAMATO UN DEBITO PRESCRITTO?
Chi aderisce alla rottamazione non potrà più far valere la prescrizione.

Sappi, comunque, che la sentenza della Cassazione nr. 930 del 18/01/2018 ha stabilito per le cartelle prescritte da 5 anni la rottamazione a costo zero ossia il solo pagamento della Sorte Capitale.

Sarai assistito dai nostri esperti nell'accertamento della idoneità dei requisiti e nel successivo procedimento.

TI POSSIAMO AIUTARE nella verifica della reale situazione debitoria scegliendo la soluzione più economica per te.

Nel caso di adesione alla rottamazione riservarti un appuntamento dedicato (senza fare la fila!) per valutare ogni aspetto prima della compilazione della domanda di adesione (modelloDA-2018).

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.





Notizia 30/01/2019

REDDITO DI CITTADINANZA: ATTENTO AI PASSI FALSI!


REDDITO DI CITTADINANZA: ATTENTO AI PASSI FALSI!





Il Reddito di Cittadinanza (RdC) è un contributo economico che lo Stato fornisce alle famiglie e alle persone singole che vivono in situazione di difficoltà economica aiutandoli inoltre al reinserimento nel mondo del lavoro. La durata è di 18 mesi + un mese di riposo e poi ulteriori 18 mesi, dopo la verifica dei requisiti. Rimarranno comunque in essere i bonus attivi. Reclusione fino a 6 anni per chi dichiara il falso. Il Reddito di cittadinanza nasce da un disegno di legge n. 1148/2013 presentato dal Movimento 5 stelle ed approvato nella legge finanzia 2019 in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Quali gli AVENTI DIRITTO?
Cittadinanza italiana o europea ma residente in Italia da almeno 10 anni di cui ultimi due continuativi;
titolari di
-pensione di invalidità civile
-pensione minima
-assegno sociale
-pensione di reversibilità
Fondamentale presentare correttamente la domanda on line.
NON INDUGIARE dal 5 marzo 2019 si possono presentare le domande e dal 27 aprile 2019 saranno erogati i primi pagamenti.
Da febbraio/marzo partiranno le integrazioni al reddito con pensione di cittadinanza (780€)
REQUISITI
ISEE inferiore a 9.360 €
Patrimonio finanziario inferiore a 6.000€ fino ad un massimo di 12.600€, che può arrivare fino a 20.000€ per famiglie con disabili
Per i possessori di seconda casa il patrimonio immobiliare non dovrà essere superiore a 30.000€
Per la pensione di cittadinanza il valore è stato innalzato a 7.560€
ATTENZIONE ALLE INSIDIE
questi sono i dati che vanno indicati con la massima precisione:
- ISEE redatto secondo i criteri post riforma 2015
- Valore patrimonio immobiliare
- Valore patrimonio mobiliare
- Valore del reddito familiare
ATTENZIONE poi alla sussistenza dei requisiti per il rinnovo allo scadere dei 18 mesi.
PER NON RISCHIARE DI PERDERE IL DIRITTO AL RdC ricorda che:
* potranno essere prelevati fino a 210€ al mese;
* non sarà possibile rifiutare l'offerta lavorativa per più di tre volte.
COME POSSIAMO AIUTARTI
Studio e valutazione della pratica Presentazione corretta della domanda ISEE senza fila

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore.






Notizia 29/01/2019

BANCA FALLITA O IN LIQUIDAZIONE? RECUPERA I TUOI SOLDI


FONDO RISTORO RISPARMIATORI

BANCA FALLITA O IN LIQUIDAZIONE? RECUPERA I TUOI SOLDI





Se sei in possesso o hai ereditato azioni e/o obbligazioni subordinate delle banche in liquidazione (Banca Etruria, Banca delle Marche, Carife, Carichieti, Popolare Vicenza, Veneto banca, BCC Crediveneto, BCC Padovana) recupera i tuoi soldi accedendo al Fondo Ristoro Risparmiatori. Cos'è e come si accede?
E' un salvadanaio, incrementato (fino al 2021) dalla nuova finanziaria, al quale potranno accedere le persone fisiche e le microimprese facendo domanda all'Arbitro per le controversie finanziarie dimostrando di essere stato raggirato.
Puoi recuperare fino al 30% sulle azioni e sulle obbligazioni subordinate il 95%.
I primi ad essere rimborsati saranno gli utenti con ISEE 2018 inferiore a €35 mila.


ATTENZIONE requisito fondamentale è dimostrare il raggiro
Come possiamo aiutarti?
Studio e valutazione della pratica
ISEE senza fila
Presentazione e avvio della procedura di rimborso fino alla sua conclusione


Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30

Segui le nostre iniziative sulla pagina FB Amico del Consumatore





Notizia 24/01/2019

CONTRATTO CONCLUSO AL TELEFONO: NULLA E’ DOVUTO!







L’Autorità Garante AGCM ha accertato la violazione al Codice del Consumo da parte di quelle aziende che usano concludere i contratti telefonicamente.

È il caso di alcune aziende (di telefonia, energetiche, …) che considerano l’accordo perfezionato con la sola registrazione vocale del consenso del cliente, ottenuto in seguito a una frettolosa e incompleta illustrazione dell’offerta, spesso poco comprensibile per il consumatore.

Attenzione! Anche nel caso l'azienda abbia inviato successivamente alla telefonata un documento contenente le condizioni contrattuali, ciò non basta per poter ritenere concluso il contratto. Infatti la legge stabilisce che il contratto proposto con la registrazione vocale può dirsi valido solo in seguito ad accettazione scritta da parte del consumatore, il quale ha il diritto di ricevere ed approvare per iscritto le condizioni di acquisto dell’offerta.
Quindi, se non hai mai sottoscritto il contratto relativo ai servizi proposti e accettati per telefono, non sei vincolato e non devi nulla alla azienda che te li ha proposti – e magari già ti chiede il pagamento delle bollette.

Scrivici info@amicoldeconsumatore.it
chiamaci 331 94 60 534
oppure vieni a trovarci allo sportello “Amico” tutti i MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle 9.30 alle 12.30





<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 910 > >>

Torna SU